Chi le ha detto che Rohani si sarebbe offeso?

Ha regalato al papa un libro di miniature di un artista contemporaneo che non copre le curve femminili – Ha appena finito di dichiarare Mentana in apertura del TG di La7 parlando di Rohani e la sua visita a Papa Francesco. Sarà necessario individuare i responsabili della decisione presa in merito a coprire le statue dei Musei capi

Da ansa.it

Da ansa.it

tolini, in occasione della visita a Roma del presidente iraniano. Dario Franceschini, ministro per i beni culturali, l’ha chiamata una scelta incomprensibile: ciò che non si capisce è come mai nè lui nè il caro premier stiano ancora ad interrogarsi sulle responsabilità di una tale sottomissione verso un ospite che, a quanto pare, non si è posto il problema di rivolgersi al Santo Padre secondo un particolare comportamento bigotto.

Non vorremmo che un dettaglio così trascurabile fosse la bandiera di quanto sfugge al controllo dei nostri attuali membri del consiglio dei ministri. E, così, mentre alcuni importanti paesi del nord e dell’est d’Europa guardandosi bene da chi entra sul proprio suolo – arrivando addirittura a confiscare i beni – ci comportiamo ancora come una nazione da depredare. Prima Apple, poi Google. Non so se si possa arrivare ad un concorato con il presidente iraniano.

Certo, c’è da esultare al pensiero di Papa Francesco, appena due settimane fa, che aveva lodato gli accordi sul nucleare e incoraggiato il ruolo che l’Iran può svolgere a favore della pace nella regione. A cominciare dalla Siria. Come riporta Carlo Marroni sulle pagine de il Sole 24 Ore, è proprio questo il segno di una sensibilità diplomatica e politica tra il Vaticano e l’Iran, cuore dell’islam sciita verso cui è alta l’attenzione del mondo cattolico.

E tanto per cambiare, riportiamo uno dei commenti dei guardiani dei Musei Capitolini: appena hanno saputo che c’erano soldi in ballo, hanno coperto le statue. E anche negli Stati Uniti la conduttrice del TG della CNN si è chiesta: ma se Rohani non ha visto le statue nei Musei Capitolini … che cos’ha visto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *