Esteri: Trump pensa di costituire una Forza Spaziale

Trump spinge l’idea di aggiungere una “Space Force” ai militari statunitensi.

Il presidente Donald Trump ha annunciato che vuole creare un Corpo Spaziale per l’esercito statunitense.

“Lo spazio è un dominio dove combattere la guerra, proprio come la terra, l’aria e il mare…” ha detto Trump.

Mentre si rivolgeva ai membri della squadra di football di West Point alla Casa Bianca, Trump ha rilanciato l’idea di aggiungere una “Space Force” ai militari statunitensi “Potremmo persino avere una forza spaziale”- un concetto che ha ricevuto un certo sostegno a Capitol Hill ma ha suscitato scetticismo al Pentagono che sostiene di aver bisogno di maggiori studi.

La proposta, inclusa nella versione della Camera del 2018 National Defense Authorization Act, avrebbe istituito un Corpo Spaziale in seno al Corpo dei Marines, che è un ramo militare separato all’interno della Marina.

Ma nonostante il sostegno importante di alcuni membri del congresso,il piano è stato cancellato dalla versione finale del disegno di legge bipartisan della difesa da 700 miliardi di dollari che è stato infine firmato da Trump a dicembre.

Il Pentagono “sta attualmente conducendo una organizzazione dello spazio e una revisione della gestione guidata dal vice segretario della difesa” ha affermato il portavoce del Pentagono, il tenente colonnello Jamie Davis.

Il repubblicano Mike Rogers, ha detto di aver parlato al telefono con Trump circa la necessità di una Space Force nel prossimo futuro.”Sono stato onorato di parlare con il presidente Trump di questa iniziativa e apprezzo il suo sostegno a una questione che è così importante per me e per la sicurezza degli Stati Uniti” ha detto Rogers.

Questo è ciò che si discute attualmente negli Stati Uniti quando allo stesso tempo in Europa non siamo neppure in grado di pensare di avere un esercito.

“Il futuro della guerra sarà combattuto nello spazio, e dobbiamo essere in anticipo rispetto agli altri paesi per la nostra sicurezza nazionale” parola di Donald Trump.

Arturo Di Mascio