Pensare globale e agire locale.

La promozione del Benevento in serie A ha creato grandissimo entusiasmo tra i tifosi degli stregoni. Hanno fatto il giro del Web tantissime immagini particolari scattate dai supporters del Benevento acerrimi rivali dell’Avellino, come quelli che proponiamo in immagine.

Interventi importanti sono stati quelli della società ai microfoni di sky. Il direttore sportivo della società, Salvatore di somma, già storico giocatore e allenatore dell’Avellino, si è pronunciato così “partiti come una neopromossa che si affaccia per la prima volta in questa categoria, in cadetteria, siamo partiti così. Con dei dubbi, delle perplessità, con dei timori, delle preoccupazioni”. Il loro doveva essere in campionato volto a raggiungere una salvezza tranquilla. Poi invece “sono venuti fuori i valori tecnici e morali di questa squadra […], il valore di Marco Baroni e si è fatto sì di vincere questo campionato tramite i play-off con grandissimo merito”. Lo stesso Marco Baroni ha rilasciato una brevissima dichiarazione montata poi nel servizio: a parlato di una squadra ancora neopromossa penalizzato soprattutto da più di qualche infortunio in una certa fase del campionato e che, proprio per questo, ha meritato la promozione.

Probabilmente il più significativo intervento ai microfoni delle mittente è stato quello del presidente Oreste Vigorito, padre dell’energia eolica italiana: “ero a Benevento a fare una conferenza per le scolaresche sulle energie rinnovabili […] In provincia dove mi presentano delle difficoltà della società che da poco veniva dal lodo Petrucci chiedendomi di dare una mano come imprenditore del posto visto che io alcuni impianti e investimenti in zona.  Ero a Benevento a fare una conferenza per le scolaresche sulle energie rinnovabili […] in provincia dove mi presentano delle difficoltà della società, che da poco veniva dal lodo Petrucci chiedendomi di dare una mano come imprenditore del posto visto che ho alcuni impianti e investimenti in zona  non fu amore a prima vista, anzi, mio fratello che mi accompagnava […] Mi diceva nell’orecchio “fai finta di non sentire”[…]”. 

È certo che per chi svolge l’attività dell’imprenditore e ha una grande passione per il calcio, ma soprattutto per i giovani della sua terra, rimane un po’ di amaro in bocca per non essere riusciti – per il momento – a raggiungere un agognatissimo traguardo: quello degli allori calcistici. Ma per questo c’è ancora tempo e, come il Benevento insegna, certe ascese possono essere fulminanti.  Per ora non ci resta che abbracciare questa grandissima massima del presidente Oreste Vigorito: “pensare globale e agire locale“.

Non resta che fare le più grandi congratulazioni alla società e soprattutto al suo presidente Oreste Vigorito con un affettuosissimo abbraccio da Arturo di Mascio. Da collega a collega, da tifoso a tifoso, da ammiratore a vip ci sono solo le congratulazioni per chi conosce tutte le avversità, i sacrifici ma soprattutto le gioie di chi giorno per giorno lavora con amore e dedizione per i propri obbiettivi, per il calcio, per lo sport e per i giovani. Andate avanti stregoni!

Da amalfinotizie.it

Da amalfinotizie.it

 

Poveri giovani italiani

Da gazzettadiparma.it

Da gazzettadiparma.it

Lo slogan di arturodimascio.it recita: AI GIOVANI MANCA LA SPERANZA IN QUESTO PAESE. QUELLO CHE POSSO FARE È CERCARE DI AIUTARLI A COSTRUIRSELA. Lasciamo tutto in maiuscolo, perchè anche all’emozione va tributato il giusto. Abbiamo scritto spesso delle tragedie dei giovani ragazzi perchè straziano il cuore.

Pietro Sanna, nato 23 anni fa a Nuoro, è stato ucciso a coltellate ieri a Londra. Suo padre Graziano è partito stamane per il posto in cui suo figlio è stato assassinato: l’appartamento che divideva con altri giovani. Scotland Yard sospetta che un ladro entrato in casa si sia approfittato di lui. L’avviso gli è stato recapitato da suo figlio maggiore, Giomaria, che aveva portato il suo fratellino nella capitale inglese. Lì, dopo qualche impiego saltuario è riuscito a essere assunto da un grande magazzino.

Si vive nell’attesa; parenti e amici di Pietro vogliono sapere cosa è accaduto ieri nell’appartamento del giovane che a luglio sarebbe dovuto rientrare in Sardegna. Teresa May ha confermato negli ultimi giorni il suo impegno a mantenere tutti i diritti per i cittadini europei in Inghilterra. Ma questo può essere considerato come uno degli effetti della brexit? Pensiamoci per più di cinque secondi.

Ma non solo dall’estero ci giungono cattive notizie. È stato arrestato un ragazzo di un anno più grande di Pietro che faceva del male, però, a ragazzini molto più piccoli di lui.

Un 24enne della provincia di Cuneo, direttore sportivo di una squadra di calcio giovanile è stato arrestato perchè cercava di irretire minorenni con profili social fake. Si spacciava per una ragazza per dare poi appuntamenti a tre in presenza di un ragazzo di 24 anni. Lui, appunto. Attualmente è agli arresti domiciliari perchè nei suoi confronti è stata emessa ordinanza di custodia cautelare. Riusciva ad ottenere scatti hot dai ragazzini che ricattava, poi, per fare “ricarica” di questi contenuti.