Marcia verso il peggio Ma cosa aspettiamo?

Islamofobia: Negli Stati Uniti, Donald Trump, nel recente passato ha preso di mira l’Islam. In tutta Europa, alcuni leader populisti fanno e hanno fatto lo stesso, anche se i critici tirano in ballo la solita faccenda di una seria minaccia alla libertà di religione, al diritto alla violenza e alle menzogne.

Quando l’occidente punta il dito contro l’Islam, sbaglia sempre? Intendo farvi riflettere (spero), affrontando l’argomento fornendo anche dei piccoli spunti, costituiti da considerazioni e dubbi del tutto personali.

1) Il fallimento del multiculturalismo. Anni di costosi sforzi dei governi per rendere l’occidente più multiculturale sono stati un totale fallimento.  Forse, i giovani musulmani spesso non si integrano perché semplicemente non vogliono farlo.

2) In Europa sono già in atto dei tentativi di arginare la marea? Dipende, da paese a paese. Si avverte comunque, in maniera generalizzata, il bisogno di nuove leggi sull’integrazione che richiedano agli immigrati di studiare la lingua del paese ospitante, rispettare le leggi, vietare i matrimoni forzati e ultimo ma non ultimo, per ora, imporre il divieto di indossare il burka in pubblico, tanto per cominciare.

3) Abbandonare il multiculturalismo non deve voler significare rischiare di incoraggiare gli immigrati musulmani a creare una società parallela. Evitare l’islamizzazione delle istituzioni accademiche.

4) Opposizione popolare all’islamizzazione e sanzionamento severo di qualsiasi atto di violenza perpetrato contro i media e le tradizioni europee. I cittadini europei, affermano che gli immigrati musulmani dovrebbero conformarsi ai valori fondanti dell’Europa, o per lo meno, sentono la necessità di imporre il divieto di portare il burka in pubblico. Spesso, durante le feste natalizie, da svariati paesi ci giungono spiacevoli notizie di aggressioni, per lo più commesse da giovani musulmani che cercano di mettere a tacere la classica copertura mediatica dedicata alle feste o danneggiano simboli legati alla nascita di Cristo.

5) Definizione di Islamofobia. Per i redattori di questa documento, tre dei quali sono musulmani, una persona sarebbe colpevole di “islamofobia” , se si:

Considera l’Islam un gruppo monolitico, incapace di adattarsi a nuove situazioni.

Considera l’Islam separato e diverso dalle altre culture.

Considera l’Islam inferiore all’Occidente, barbaro, irrazionale, primitivo o sessista.

Considera l’Islam violento, minaccioso, o di supporto al terrorismo, o attivamente coinvolto in uno scontro di civiltà.

Considera l’Islam un’ideologia politica.

Respingono le critiche avanzate dall’Islam all’Occidente.

Mi ripeto:

Diversi esempi dimostrano che ci stiamo rincretinendo completamente, a tal punto da poter affermare che stiamo rischiando di perdere la testa e quindi la capacità di ragionare e di difendere le nostra cultura; siamo arrivati al punto che chiunque faccia menzione dell’antisemitismo musulmano è accusato di islamofobia e, ciò che è peggio, è che si stia tentando di far credere che islamofobia e antisemitismo abbiano il medesimo significato. Allucinante!”

Per questa volta è quanto avevo da dirvi…

 Arturo Di Mascio