Esteri: Gran Bretagna ed Hezbollah.

Le bandiere di Hezbollah sono sventolate a Londra durante la marcia annuale di Al Quds. Non importa che Hezbollah, esercito per procura del regime iraniano, sia responsabile di numerosi attacchi omicidi contro ebrei, americani e occidentali in generale.

La marcia, che prevedeva la cancellazione di Israele dalla mappa, si è tenuta lo stesso perché componenti dell’attuale governo britannico ritengono sia legittimo sostenere Hezbollah, facendo una distinzione tra l’ala politica e l’ala militare (che la Gran Bretagna proibisce).Il fatto che Hezbollah abbia effettivamente preso in ostaggio il Libano viene ignorato. Il fatto che nel Libano meridionale ci siano 130.000 missili puntati su Israele è stato ignorato.

L’Europa è paralizzata e non riesce a reagire alla immane continua tragedia portata dal mondo islamico. Diversi esempi dimostrano che ci stiamo rincretinendo completamente, a tal punto da poter affermare che stiamo rischiando di perdere la testa e quindi la capacità di ragionare e di difendere le nostra cultura;siamo arrivati al punto che chiunque faccia menzione dell’antisemitismo musulmano è accusato di islamofobiae, ciò che è peggio, è che si stia tentando di far credere che islamofobia e antisemitismo abbiano il medesimo significato. Allucinante!

In tutta Europa ci sono dati allarmanti in costante aumento;praticamente nessuna preoccupazione viene espressa per le migliaia di giovani bianche stuprate, prese di mira da bande formate da soggetti dalla schiacciante eredità musulmana. La democrazia non può legittimare alcuna forma di violenza, è ora di aprire gli occhi ed arrestare questa insensata marcia verso il peggio.

Ma cosa aspettiamo?

Arturo Di Mascio