Effetto addio Imu, Renzi promosso da un italiano su tre

 

Ripropongo un titolo di Mariangela Tessa dalle pagine di Wall Street Italia per parlare di un argomento che, come ho preannunciato in un precedente articolo, ho intenzione di trattare.
Effetto addio IMU? Ho una insolita sensazione di déjà vu. Questo genere di tattiche sembrano essere perfettamente “copincollate” da un premier che in questi giorni ho visto finamente riscoperto sotto una luce differente.
Alla luce, soprattutto, di fatti differenti. Tra intercettazioni, pilotaggi, spiate.

Un italiano su tre promuove Renzi. Sarebbe come dire che due su tre non lo promuovono, però.
Questi sono risultati di una indagine condostta da Demopolis, istituto della trasmissione Otto e Mezzo che ha analizzato le opinioni degli italiani sui primi due anni di governo.

“Sulla figura del Premier – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – gli italiani tornano a dividersi, pro o contro Renzi. L’apprezzamento si rivela meno trasversale rispetto al passato: secondo l’analisi per collocazione politica, Renzi ottiene la fiducia di quasi 8 elettori su 10 del PD. Ma piace ad appena il 9% di chi vota il M5S e al 7% di chi sceglie la Lega. Esprime però fiducia nell’ex Sindaco di Firenze un elettore su quattro di Forza Italia”.

La scelta di Governo più apprezzata dagli italiani negli ultimi mesi è l’eliminazione di Tasi ed Imu sulle prime case, indicata da oltre i due terzi dei cittadini intervistati dall’Istituto Demopolis.

Demopolis ha chiesto infine ai cittadini di tracciare l’agenda per l’azione di Governo. “In testa alle priorità degli italiani – afferma il direttore dell’Istituto Pietro Vento – si conferma, con il 67%, il rilancio di economia ed occupazione. Il 56% pone tra le proprie aspettative una concreta riduzione della pressione fiscale, mentre una percentuale di poco inferiore vorrebbe una maggiore attenzione sulle politiche per l’immigrazione. Il dibattito delle ultime settimane sul sistema bancario – conclude Pietro Vento – induce 4 italiani su 10, intervistati da Demopolis, a chiedere una particolare attenzione alla tutela dei risparmio”.

La mia domanda è: era necessario pilotare una enorme operazione mediale per far fare ad un quarantenne un lavoro già profondamente svolto da una persona con il doppio dei suoi anni e – azzarderei a dire – della sua esperienza? Con risultati non migliori, poi.1440522822176.jpg--renzi_figuraccia_imu_e_tasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *